windh3g

Wind annuncia la nascita di Galata

La nuova società gestirà le torri di trasmissione.

Wind, porterà avanti un nuovo piano industriale, è prossima alla formazione di una società nella quale confluiranno 6.000 torri di trasmissione su tutto il territorio nazionale. Una manovra, quella del settore Telecomunicazioni di Wind, che porterà l’azienda a detenere, in una prima fase, il 100% della nuova società, denominata Galata. Dopo qualche mese, presumibilmente entro la primavera, Wind cederà il 90% di Galata, con un contratto di almeno 15 anni, a una società già specializzata nel settore.
Sono quattro, al momento, gli operatori in lizza per l’ottenimento delle quote di Galata: American Towers, EI Towers (gruppo Mediaset), la spagnola Albertis Telecom ed una join venture tra i due fondi infrastrutturali F2I e Providence.

La creazione della nuova società rientra nel cosiddetto “Progetto Torri”. Già nei mesi scorsi, del resto, abbiamo assistito alla cessione, da parte di Rai, delle infrastrutture appartenenti al pacchetto Rai Way.
La tendenza attuale, infatti, è quella di non detenere direttamente le torri di trasmissione, nonostante la loro fondamentale importanza, poiché, di per sé, non vanno a rappresentare il cuore produttivo dell’azienda stessa.
All’atto della nascita di Galata, Wind prevede l’inserimento di cento unità di personale, tratte da aree di competenza dell’azienda.

Il passaggio da Wind a Galata, per il lavoratore, sarà volontario, e resteranno inalterati tutti i trattamenti economici e normativi in essere e il contratto delle Tlc. Una apposita clausola, poi, tutelerà il dipendente al momento della cessione ad altra società: con garanzia di occupazione per almeno 5 anni, scongiurando dunque il pericolo licenziamento. Coloro che invece non vorranno essere trasferiti nella nuova azienda, potranno – a detta di Wind – continuare a lavorare nella gestione delle torri che continueranno a essere esclusiva proprietà di Wind, o in altri rami dell’azienda.

Cisal Comunicazione, così come per quanto già accaduto nella vicenda Rai Way, seguirà con attenzione l’evolversi della situazione, per garantire la tutela dei lavoratori nell’ambito di questo nuovo piano, attraverso il quale, secondo Wind, si potranno coprire le falle attualmente presenti nel bilancio.

Cisal Comunicazione monitorerà tutti i processi, anche quelli della costituzione e cessione di Galata, nell’esclusivo interesse e tutela dei Lavoratori.

Scarica il PDF