windh3g

Wind e H3G potrebbero fondersi nel giro di un mese

I rumors, ormai, sono sempre più insistenti, tali da diventare quasi certezze. Da molti anni, infatti, si parla della possibilità di fusione tra Wind e H3G, ma stavolta sembra che dalle parole si possa passare ai fatti. A quanto pare, gli azionisti delle due società – Winpelcom e Hutchison – avrebbero raggiunto un accordo che diventerà operativo dal prossimo mese di luglio. Le incertezze sono tante, alcune legate in particolare al forte debito di Wind, ma, da quanto è trapelato, sembra che l’accordo sia ormai alle porte. Anche se, com’è ovvio, entrambi i soggetti stanno studiando i possibili impatti che la creazione della nuova realtà aziendale avrebbe in termini di quotazione in Borsa.

I dati.
Al momento, non ci sono indicazioni per quanto riguarda la linea che, in caso di fumata bianca, verrà adottata dai vertici aziendali. Da quanto si sa, Maximo Ibarra dovrebbe ricoprire il ruolo di CEO, mentre Vincenzo Novari sarebbe impiegato nel Board. Il nuovo soggetto, nato dalla fusione delle due aziende, si ritroverebbe dunque con oltre 30 milioni di clienti da gestire, con un ricavato di circa 6,4 miliardi di euro.

Il futuro
Sarà interessante comprendere quali saranno le strategie adottate in merito all’utilizzo delle risorse umane, a partire dai Call Center fino alla gestione delle attività di rete, dal momento che, finora, le due aziende hanno utilizzato parametri completamente diversi.

Certo è che le voci sulla fusione sono ormai sempre più insistenti. A breve dovrebbero esserci ulteriori sviluppi.

Scarica il PDF