nuovotim

Mobilità – Welfare – Piano Spazi.. Disagi infiniti

Lunedì 5 marzo si è tenuto un incontro tra azienda ed RSU Lazio, che ha avuto, all’ordine del giorno, l’aggiornamento sulla situazione del Piano Spazi attualmente in corso e che ha visto, in apertura,  l’intervento del responsabile di People Caring per fare un punto della situazione sulle iniziative che l’azienda sta prendendo in tema di mobilità e welfare.

L’ attuazione del piano spazi, sta investendo moltissimi lavoratori  con moltissimi disagi. L’ azienda cerchera’, in collaborazione con l’agenzia per la mobilità del comune di Roma,  di sviluppare dei piani di mobilità specifici per ciascuna sede, anche utilizzando una apposita survey che sarà sottoposta ai colleghi che sono già stati oggetto del trasferimento verso le nuove destinazioni.

Sono state anche anticipate le iniziative  in tema di parcheggi aziendali, per i quali è prevista una riorganizzazione che non vedrà più assegnazioni ad personam, ma lo sviluppo di aree riservate a diverse tipologie di “utenti”, che saranno contrassegnati attraverso talloncini colorati secondo le zone a cui potrà avere accesso. Verrà comunque rivista la policy relativa.

Saranno attivati controlli più assidui e verranno individuati dei referenti per ciascuna delle sedi coinvolte.
Ulteriori proposte riguardano anche la previsione di  potenziamento delle navette aziendali. In tema di  Smart Working è stato comunicato che il giorno concesso per l’emergenza neve,  nonostante non fosse programmato, verrà comunque scalato dal computo dei giorni disponibili per i colleghi.

In merito al Piano Spazi l’azienda ha confermato che la sede di via De Francisci dovrà essere dismessa entro la fine di aprile, anche se non è ancora in grado di stabilire in maniera definitiva le future destinazioni del personale, che ad oggi vi presta servizio creando quindi ulteriore disagio agli interessati.

Inoltre sono confermati gli spostamenti del personale ASA presente a via dei Saliceti e via delle Conce verso la sede di via Oriolo Romano 240, con l’obiettivo, a fine moving, di inserire i colleghi di  ASA anche presso le sedi di Tor Pagnotta e via Feronia.

Sono state poi comunicate le seguenti destinazioni per il personale ancora presso Parco De Medici:

• 100 unità di Wholesale Centro verso Tor Pagnotta nelle prossime settimane;
• 1400 unità di Technology (di cui 500 consulenti) verso via Oriolo Romano 240 a partire da metà marzo;

• 47 unità delle NOA verso via della Bufalotta e verso Ardeatina (l.go Bacigalupo);

• 70 unità di Real Estate verso la sede di Ardeatina (l.go Bacigalupo);

• 300 unità di Caring verso via della stazione Tuscolana a partire dai primi di giugno;

• 250 unità di Procurement verso le sedi di via degli Estensi, Acilia e via Oriolo Romano a partire da maggio;

• 100 unità di Consumer (resp. Losito) verso la sede di via Fonte Buono;

• 40 unità di Consumer (resp. Cotroneo/Lorenzon) verso la sede di via degli Estensi (ancora in definizione);

• 60 unità di ex Chief Price Office verso la sede di via degli Estensi;

• 900 unità di Business & Top Clients verso la sede di Acilia a partire da fine marzo/aprile;

• 100 unità di Sales Top verso la centrale Appia (via Sannio);

• 65 unità di Business Control Room verso via Oriolo Romano 257 a partire da metà aprile;

• 220 unità di Business Sales Centro verso la sede di via dei Saliceti a partire da fine maggio;

• 175 unità di Security ( frodi) verso la sede di Acilia a partire da metà giugno;
• 70 unità di AFC (resp. Taccini/Esposito) verso la sede di Ardeatina (l.go Bacigalupo);

• 150 unità di AFC (resp. Battistella) verso Tor Pignattara o verso Spinaceto (ancora in definizione) a partire dal mese di giugno

L’incontro è terminato con la comunicazione di indicazioni relative ai colloqui che si stanno svolgendo nel mondo Network, per individuare le professionalità necessarie a finanziare le previste reinternalizzazioni (interessate circa 150 persone a livello nazionale), alla creazione di una task force per il decommisioning, alla ricerca di personale da inserire nelle rotazioni del Front End Unico soprattutto riguardo i turni notturni e alla nuova consistenza del personale attualmente impiegato nei negozi sociali.

Cisal Comunicazione, ritiene insufficienti le “proposte” (o buone intenzioni ) per cercare soluzioni diverse per diminuire i disagi. In considerazione che alcuni reparti sono già in “movimento” con tutte le relative problematiche.

Cisal Comunicazione, come sempre, si dichiara disponibilie ad intervenire a tutela dei lavoratori..

Noi siamo una Organizzazione Autonoma,
non tentiamo di esserlo!!
NOI SIAMO CISAL COMUNICAZIONE.

Scarica il Pdf

Roma, Marzo 2018

Segreteria Regionale Lazio & Rsu Tim