nuovotim

Progetti organizzativi e microstruttura….

Progetti organizzativi e microstruttura: cosa succede quando il varo affonda la nave?

In questo momento di stasi organizzativa e manageriale assistiamo e viviamo quotidianamente un incomprensibile gestione delle risorse umane e dei presidi dei processi core.

Detto così può sembrare esagerato retorico ed iperbolico, ma alcuni esempi concreti ci aiuteranno ad una più immediata comprensione e portata del fenomeno.

Vogliamo riferirci ad un progetto organizzativo all’interno della Divisione Business iniziato nel Marzo 2017 che aveva l’obiettivo di integrare le attività di Pre Sales (Progettazione) e quelle di Post Vendita (Coordinamento Realizzativo) nel nuovo nucleo TCS Sperimentale, lo stesso traeva la sua ragion d’essere nell’aumento e massimizzazione del Valore Aggiunto dell’offerte prima progettate e poi messe a reddito, nell’ambito del segmento Small e Medium Business, veniva quindi finanziato con le risorse appartenenti alla Progettazione e Post Vendita.

Cisal Comunicazione accogliendo le istanze di alcuni lavoratori afferenti al gruppo TCS, che dopo aver effettuato dovuti passaggi con i responsabili gerarchici e HR di riferimento ed ottenuto ambigue e dilatorie risposte, ha provveduto ad ricognizione di quanto accade in B/S.PSD (Business Sud).

Modalità di ingaggio poco strutturate
La sperimentazione inizia con un confine labile: cosa fare? Tutto come prima in termini di Pre-sales a discapito del presidio realizzativo oppure standardizzare le offerte e le personalizzazioni da seguire con approccio integrato? Inoltre essendo Techinical Contract Support si interviene solo dopo la contrattualizzazione buttando alle ortiche la parte più squisitamente consulenziale.

Da subito i progettisti si sono sentiti depauperati dalle propria professionalità.

Confini dei presidio dei processi labili ed ambigui
Durante il periodo di sperimentazione in B/S.PSD l’indeterminatezza è stata una costante, peraltro alcune risorse del TCS si sono “autosospese” continuando a svolgere le attività del perimetro di appartenenza (PreSales Small e Medium) in quanto supplivano ad una vacatio dell’ex presidio da un lato e dall’altro rifiutavano nei fatti il nuovo approccio: queste risorse sono state “premiate”; chi invece si è impegnato per un rispettare le regole di ingaggio e di mandato del gruppo è stato penalizzato “vedi gli sfortunati di Palermo”.

L’apoteosi poi si realizza nel mese di Settembre 2017 dove viene chiesto al nucleo di presidiare in modo integrato l’offerta (FTTS) Fiber To The School afferente al portafoglio della Diretta PA (fuori perimetro di presidio) con l’evidente risultato di lavorare per l’obiettivo incentivato di altri colleghi !!!, forse mascherando l’errato carico di lavoro e travaso di attività…

Disparità di trattamento (PIV – Skill Assessment – Formazione)
Fai di più ma non sarai premiato in estrema sintesi il leitmotive dell’ambito organizzativo di TCS. Con riferimento alla somministrazione dello Skill Assessment questo è avvenuto nel mese di Luglio 2018 in forme e modalità diverse da quello effettuato dagli omologhi progettisti e del coordinamento realizzativo (avvenuto il 16 gennaio 2018), bensì una simulazione a sanatoria dell’evidente disparità di trattamento precedentemente operata. Per quanto attiene alla formazione per rafforzamento del ruolo e quella specialistica non è stata pianificata né somministrata giustificando il ritardo della mappatura dello Skill!!!.

Gli incontri con taluni fornitori e larga parte delle presentazione di soluzioni sistemistiche non hanno visto i coinvolgimento delle risorse del gruppo TCS!!.

Efficacia si/no
Adesso se i presupposti economico/organizzativi ed i correlati obiettivi di performance sono stati raggiunti in maniera soddisfacente (fonte Linea/HR di gestione) non si comprende perché tale sperimentazione organizzativa non debba essere estesa ed implementata anche ad altri nuclei di progettazione e post v-vendita, viceversa in caso di esito negativo per il non raggiungimento degli obiettivi di efficacia ed efficienza l’esperienza dovrà essere superata (distillato di alambicco di buon senso).

Gli altri territori
Al di fuori della blasfemia l’Azienda sembra una e trina: l’esperienza TCS negli altri territori ha avuto esiti poco felici dove spesso viene utilizzata come vuoto a perdere o area di transito verso più fortunati lidi, in ogni caso ha generato forti malumori tra le risorse coinvolte con sensibile aumento del contenzioso legale.
Altro fattore da considerare che è stato sovraccaricato il volume di gestione delle commesse progettuali verso le risorse di progettazione Diretta/Large/TOP.

Considerazioni finali
Per quanto sopra si evince – ancora una volta – che la gestione ed l’impiego ottimale delle risorse umane – in molti ambiti – soggiace a logiche diverse da quelle delle buone pratiche anche perché in larghissima parte l’Azienda non conosce più, chi sei, cosa hai fatto, cosa puoi fare.

Dei lavoratori di questa Azienda si è detto e fatto di tutto e le operazioni gestionali degli ultimi dieci anni
(esternalizzazioni, Cassa Integrazione, Mobilità, Trasferimenti, Demansionamenti, Contratti di Solidarietà e chi più ne ha più ne metta), ora assistiamo ad un reiterarsi di strane logiche…
Forse familistiche o di apparentamento di cordate manageriali che molto hanno nociuto alla sana gestione della nostra Azienda.

A questo si aggiunga che probabilmente i progettisti della sperimentazione non hanno monitorato l’andamento e l’implementazione (solo tre VDC durante i 18 mesi di esistenza in vita) forse avevano come obiettivo di mortificare le risorse impiegate ed non elargire l’eventuale PIV di cui erano titolari prima del gennaio 2017…

Tutto questo, dimostrano ancora una volta la necessità di ripensare certi valori e di adottare per tempo ‐ e nel rispetto della legge ‐ più adeguati metodi di tutela evitando se necessario diffusi contenziosi, pertando auspichiamo un riscontro nelle opportune sedi.

Le risposte che si risolvono in petizioni di principio (sono il capo e fai quello che ti dico perche’ è la cosa giusta) non hanno mai aiuto il dialogo ed il contraddittorio di qualsiasi natura; destano solo amarezza e sconcerto e sospetto. Oggi piu’ di ieri.

Roma, Agosto 2018

Scarica il Pdf

SEGRETERIA NAZIONALE TIM